Buon viaggio amici karibundi!

Il 9 gennaio 2018, Galdino, Lucia, Valentina e Caterina sono partiti in direzione Kenya e Uganda!
Che il Kenya vi faccia sognare ad occhi aperti! 

Giorno 5, Kapsabet, Kenya
Sulle sponde del lago Vittoria, ospitati da padre Silas, abbiamo passato una giornata meravigliosa con le Sister Carmelitane e l’intera comunità. Insieme a 150 meravigliosi bambini, abbiamo inaugurato la loro nuova scuola composta da 3 classi: questo ci ha riempito di gioia e grandi emozioni.
Grazie a chi ha creduto in questo progetto! Grazie a Lucio, alla fondazione Zia Nati di Piario (BG) e agli amici che ci sostengono continuamente con i contributi volontari.

Giorno 11, Kampala
Dopo un lungo viaggio e alquanto faticoso arriviamo in terra ugandese; l’impatto iniziale è tremendo perché entriamo subito nel grande e caotico traffico di Kampala, ma il nostro sguardo cambia quando incontriamo la nonna di Cesare, novantenne, che ancora riesce a trovare grande forza per far crescere quei meravigliosi bambini che ha con sé, dandogli cura ed affetto, visto che sono tutti orfani, e ringrazia gli amici dall’Italia che la sostengono in questo!
Poi l’incontro con Noe, donna disabile che ha con sé 45 bambini orfani e disabili, tra cui una bimba di 15 giorni lasciata in strada dalla disperazione e accolta recentemente da Noe, che ce lo racconta dicendo “è arrivata tra noi una stella, in questo piccolo rifugio”, una grande e forte testimonianza per noi.
Cosa spinge queste persone a fare tutto questo, nonostante tutti i limiti e le difficoltà che hanno? Ce lo siamo chiesti e lo abbiamo chiesto anche a loro. La risposta è stata “non arrenderci mai, credere nella vita e sentirsi amati”.
Grazie Sara e Paola, e a tutti gli amici di Udine che hanno assicurato a questa realtà cibo per un anno.
Asante Sana.

Giorno 14, Suguta Marmar
Questi giorni sono trascorsi veloci e intensi, ricchi di incontri e scoperte. A Mugunda da Padre Romano abbiamo trovato tanta energia mescolata a semplicità e saggezza. Grande il suo progetto “Acqua pulita per tutti”!
Arrivati in piena savana a Suguta Marmar, Padre Albert ci accoglie in una nuvola di bambini e musica, e questo ci aiuta a “sorridere alla vita” continuando i nostri progetti.
Oggi siamo a Maralal, dove Padre Peter ci ospiterà per 4 giorni, così da poter aiutare Giorgia nel continuare il progetto KIKORA Street Children in Maralal, che impegna il gruppo Karibu da oltre 3 anni. Grazie a tutti per il sostegno, il nostro viaggio continua.

Giorno 16, Maralal
Oggi visita al caffè di Kikora. Buonissimi il cappuccino e la torta al mango!
Visitate la pagina Facebook di Kikora, lo shop di Kikora Accessories e il sito del progetto!

Giorno 17, Maralal

Oggi ultimo giorno a Maralal, domani ci aspetta una lunga trasferta battendo una pista per un’intera giornata. Se tutto fila liscio, nel tardo pomeriggio saremo al lago Turkana, nel nord del Kenya, tra paesaggi lunari, zone desertiche e pietre vulcaniche. Le emozioni che ci hanno accompagnato in questi giorni insieme a Giorgia e i bambini recuperati dalla strada con molte speranze ci accompagneranno anche a Loijangalaani.
Un grande GRAZIE a tutte le persone che abbiamo incontrato e che ci hanno fatto sentire a casa!
Galdino, Lucia, Caterina e Valentina

Giorno , Loijangalaani

La strada che ci ha portato nel posto più lontano, il lago Turkana, è stata dura, faticosa e stremante, ma alla vista del lago tutta la nostra fatica si è trasformata in gioia, meraviglia e stupore. A tutto questo si sono aggiunti gli incontri e le feste che il villaggio del Moite ci ha riservato (luogo in cui abbiamo bambini in adozione e acquistato, grazie alla signora Giustina, i materassi per le bambine del nuovo convitto).
Danze e canti tribali tutte per noi, trasmesse con grande forza, nonostante il luogo invivibile: niente alberi, nessuna coltivazione, acqua semi salata e temperatura costante a 45 gradi.
Grande la disponibilità di padre Stephen e delle Sisters.
Continuiamo il nostro viaggio, custodendo queste grandi ricchezze.
Asante Sana!
Galdino, Lucia, Valentina e Caterina

Giorno 24, Korr

Siamo a Korr,ogni mattina un grande sole si alza e riscalda una terra già provata duramente dalla sete e dalla fame. Qui vivono molte persone in diverse “magnatte” (gruppi di capanne di etnia Rendille) sparse in un territorio piano con acacie piccole e striminzite, il suolo ricco di pietre e sassi bellissime, mescolate alla sabbia che durante il giorno è rovente.
Karibu, grazie ai contributi volontari degli amici e soci, nel 2017 è riuscito ad aiutare queste persone, donando cibo in seguito ad una grave carestia che ha colpito questa zona. Adesso va un po’ meglio, ma non di molto.
Da due anni, inoltre, sosteniamo il progetto “Clinical mobile”, con donazioni di una coppia di sposi di Scorzè, ma aperte anche a chi vorrà aiutarci in futuro (il progetto continuerà per altri due anni). Siamo tristi e giù di morale nel vedere tanta miseria, ma confidiamo.

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.